FACEBOOK
TWITTER
Professional and reliable web hosting reviews and hosting guide. InMotion Reviews and testimonials customer ratings.

Statuto Sociale

ASSOCIAZIONE NAZIONALE PROPRIETARI 470
ASITALIA 470

Art.1 – Costituzione e Scopi

  1. E’ costituita l’associazione sportiva dilettantistica denominata "Associazione sportiva dilettantistica italiana Proprietari classe 470", più brevemente denominata "Asitalia 470" tra i proprietari di imbarcazioni della classe 470.
  2. L'associazione agisce nel rispetto delle regole stabilite dall'International 470 Class Association (di seguito, "470 ICA") e della Federazione Italiana Vela (di seguito, "FIV").
  3. L'imbarcazione della classe 470 è una imbarcazione monotipo. Le forme  le dimensioni, la costruzione, la velatura, le attrezzature sono conformi ai piani e alle spiegazioni del Sig. Andre Cornù, architetto navale e progettista del 470, depositati presso la segreteria della 470 ICA e dell'I.SA.F. (International Sailing Federation). L'imbarcazione non può essere costruita, controllata e immatricolata, se non secondo le regole della 470 ICA e dell'Asitalia 470.
  4. L’Associazione è un ente di diritto privato apartitico, apolitico, aconfessionale e senza fini di lucro e ha per scopo:
    • lo sviluppo della classe 470 su tutto il territorio nazionale;
    • la creazione di legami e rapporti con le organizzazioni veliche nazionali e internazionali;
    • l'organizzazione e la promozione delle regate sul territorio nazionale;
    • il controllo della costruzione e della conformità delle imbarcazioni e la loro immatricolazione;
    • la creazione ed il mantenimento di legami e rapporti tra i proprietari di 470.
  5. L’Associazione potrà compiere operazioni immobiliari, mobiliari, finanziarie e commerciali, pubblicitarie e editoriali, attività culturale di qualunque genere, correlate allo scopo sociale, necessarie ed utili al raggiungimento delle sopra dette finalità. In ogni caso l’Associazione non potrà operare in contrasto con le disposizioni delle norme emanate dall'ICA e dalla FIV.

Art. 2 – Sede e Durata

  1. La sede dell'Associazione potrà essere ubicata, a descrizione del Consiglio Direttivo, all'interno del territorio Italiano.
  2. La durata dell'Associazione è illimitata e la stessa potrà essere sciolta solo con delibera dell'Assemblea Straordinaria degli associati.

Art.3 – Patrimonio ed Entrate

  1. Il patrimonio dell’Associazione è costituito dai beni mobili ed immobili che le pervengono o potranno pervenire a qualsiasi titolo, da elargizioni o contributi da enti pubblici e privati o persone fisiche, dagli avanzi netti di gestione.
  2. Il fondo di dotazione iniziale dell’Associazione è costituito dai versamenti e/o dalla precedente amministrazione.
  3. Per il conseguimento dei propri fini, l’Associazione dispone delle seguenti risorse:
    1. quote Associative;
    2. dei redditi derivanti dal suo patrimonio;
    3. degli introiti realizzati con l’organizzazione di manifestazioni sportive/culturali;
    4. dei contributi elargiti da parte di enti pubblici e privati o persone fisiche
  4. Il Consiglio Direttivo stabilisce annualmente la quota sociale minima da effettuarsi all’atto dell’adesione all’Associazione da parte di chi intende aderire alla stessa, nonché le eventuali quote specifiche che gli associati dovranno versare per usufruire di determinate prestazioni rese dall’Associazione in conformità con i fini istituzionali.
  5. I versamenti al fondo di dotazione possono essere di qualsiasi entità, fatto salvo il versamento minimo come sopra determinato, e sono comunque a fondo perduto; in nessun caso e quindi anche in caso di scioglimento dell’Associazione o in caso di morte, di estinzione, di recesso o di esclusione, può pertanto farsi richiesta di quanto versato a titolo di versamento al fondo di dotazione. Durante la vita dell’Associazione non potranno essere distribuiti, anche in modo indiretto o differito, avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale.

Art.4 – Soci

Gli Associati sono suddivisi nelle seguenti categorie:

  1. Ordinari Proprietari;
  2. Ordinari Non proprietari;
  1. Sono Soci Ordinari Proprietari i proprietari o i co-proprietari di una imbarcazione della classe 470 immatricolata dall'Asitalia 470, che siano in regola con il versamento della quota associativa annuale per l'anno solare in corso.
  2. Sono Soci Ordinari non Proprietari  tutti quelli che si interessano alla classe 470 e al suo sviluppo, che siano in regola con il versamento della quota associativa annuale per l'anno solare in corso.
  1. L’adesione all’Associazione comporta per l’associato maggiore di età, proprietario di imbarcazione il diritto di voto nell’assemblea. Tale diritto verrà automaticamente acquisito dal socio minorenne alla prima assemblea utile svoltasi dopo il raggiungimento della maggiore età. Al socio maggiorenne è altresì riconosciuto il diritto a ricoprire cariche sociali all’interno dell’Associazione.
  2. Chi intende aderire all’associazione deve farne espressa domanda al Consiglio Direttivo dell'Asitalia 470 il quale ha la facoltà di accettare o di respingere le domande d'iscrizione. In caso di domande di ammissione a socio presentate da minorenni le stesse dovranno essere controfirmate dall'esercente la potestà parentale. Il genitore che sottoscrive la domanda rappresenta il minore a tutti gli effetti nei confronti dell’Associazione e risponde verso la stessa per tutte le obbligazioni dell’associato minorenne.
  3. Ogni socio per consapevole accettazione assume l’obbligo di osservare lo statuto ed i regolamenti sociali e federali e si impegna:
    1. ad osservare con lealtà e disciplina le norme che regolano lo sport;
    2. a partecipare all’attività ed alle manifestazioni sociali;
  4. Chiunque aderisca all’associazione può in qualsiasi momento notificare per iscritto al Consiglio Direttivo dell'Asitalia 470 la sua volontà di recedere dall’associazione stessa; il recesso ha efficacia con lo scadere dell’anno in cui è stato notificato, in alternativa il mancato pagamento della quota associativa entro la fine del terzo mese dell'anno è da considerarsi come una volontaria rinuncia all'Associazione.
  5. In caso di ritardato pagamento, oltre la fine del terzo mese dell'anno, il Consiglio Direttivo potrà applicare una tassa di mora.
  6. In presenza di gravi motivi, chiunque partecipi all’associazione può essere escluso con deliberazione del Consiglio Direttivo dell'Asitalia 470  a maggioranza assoluta dei componenti ratificata dall’assemblea dei soci e sentito in entrambe le fasi il socio interessato . L’esclusione ha effetto dal trentesimo giorno successivo alla notifica del provvedimento di esclusione, il quale deve contenere la motivazione per la quale l’esclusione sia deliberata. Nel caso in cui l’escluso non condivida le ragione dell’esclusione egli può prevedere un collegio arbitrale costituito secondo le regole previste dalla FIV. L'associato radiato non può essere più ammesso all'associazione.
  7. Le quote associative non sono rivalutabili né sono trasmissibili a terzi se non per causa di morte.    

Art. 5 – Organi

  1. Gli Organi sociali sono:
    1. l'Assemblea generale dei soci;
    2. il presidente;
    3. il segretario nazionale
    4. il consiglio direttivo
  2. Gli Organi sociali svolgono la loro attività a titolo gratuito salvo rimborso delle spese effettivamente sostenute.

Art.6 – L’Assemblea generale dei soci.

  1. L’assemblea è l’organo sovrano dell’Associazione ed è composta dai soci Ordinari. Non possono partecipare all’assemblea coloro i quali siano colpiti da sanzioni in corso di esecuzione o che non siano in regola con le quote associative.
  2. Tutti i soci Ordinari maggiorenni proprietari di imbarcazione hanno diritto ad un voto e possono farsi rappresentare da un altro socio. Ciascun socio non può rappresentare più di quindici (15) soci. In alternativa il diritto al voto potrà avvenire anche mediante lettera spedita per raccomandata, indirizzata al Presidente, recante la sottoscrizione leggibile del socio. La lettera dovrà pervenire entro il giorno precedente l'Assemblea dei Soci, ma verrà aperta solo nel giorno della stessa ad opera degli scrutatori.
  3. L’assemblea si riunisce almeno una volta all’anno, per l’approvazione del bilancio sociale, e’ indetta dal Consiglio Direttivo a seguito di comunicazione scritta, anche mediante mail, inviata a tutti i soci iscritti all'Asitalia 470 nell'anno solare in corso. In alternativa mediante pubblicazione sul sito dell'associazione, recante il luogo, la data e l'ora, nonché l'ordine del giorno dell'assemblea. La convocazione dovrà essere notificata almeno sette (7) giorni prima di quello previsto per l'assemblea stessa. L’assemblea si riunisce su iniziativa del Consiglio Direttivo ogni qualvolta questo lo ritenga opportuno, oppure su richiesta scritta e motivata avanzata da almeno un terzo dei soci.
  4. L'Assemblea è validamente costituita con la presenza della maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto. Le decisioni sono prese a maggioranza dei voti dei presenti. Se si tratta di modifiche allo Statuto, l'Assemblea dei Soci non può deliberare senza la presenza di metà più uno dei soci. Per deliberare sullo scioglimento dell'Asitalia 470 occorre la presenza ed il voto favorevole di almeno due terzi dei soci aventi diritto di voto. Trascorsa un’ora dalla prima convocazione tanto l'assemblea ordinaria che l'assemblea straordinaria saranno validamente costituite qualunque sia il numero degli associati intervenuti e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.
  5. L'Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio Direttivo, in caso di sua assenza o impedimento, da una delle persone legittimamente intervenute all’assemblea ed eletta dalla maggioranza dei presenti. L’assemblea nomina un Segretario e, se necessario, due (2) scrutatori fra i soci presenti non facenti parte del Consiglio Direttivo uscente o nominati alle nuove cariche, con il compito dello spoglio delle schede relative all'elezione del Consiglio Direttivo. Il Presidente dirige e regola le discussioni e stabilisce le modalità e l’ordine delle votazioni. Di ogni assemblea si dovrà redigere apposito verbale firmato dal Presidente, dal Segretario e, se nominati, dai due scrutatori. Copia dello stesso deve essere messa a disposizione di tutti gli associati con le formalità ritenute più idonee dal consiglio direttivo a garantirne la massima diffusione.
  6. Ogni elettore può esprimere la preferenza, per un numero di candidati pari al numero dei componenti del Consiglio Direttivo, definito dall'Assemblea dei soci, che è composto da un numero dispari di Consiglieri compreso tra tre (3) e sette (7), inclusi il Presidente e il Segretario Nazionale. Ogni elettore inoltre può esprimere la preferenza alle cariche di Segretario e Presidente al massimo per due candidati. Nel caso non vi abbia già  provveduto l'Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri, con voto segreto ed a maggioranza, il Presidente e il Segretario Nazionale.
  7. L'assemblea ha il compito inoltre di:
    1. approva il Bilancio Consuntivo/preventivo;
    2. provvede ad ogni quadriennio, alla elezione del Presidente, del Segretario e dei Consiglieri.
    3. Propone gli indirizzi generali dello svolgimento dell’attività associativa;
    4. Delibera sulle modifiche al presente statuto;
    5. Approva i regolamenti che disciplinano lo svolgimento dell’attività associativa;
    6. Delibera lo scioglimento e la devoluzione del suo patrimonio in conformità a quanto disposto dalla legge.

Art.7 – Il Presidente.

  1. Il Presidente dirige l’Associazione e ne controlla il funzionamento nel rispetto dell’autonomia degli altri organi sociali, ne è il legale rappresentante in ogni evenienza.
  2. Il Presidente presiede l’Assemblea e il Consiglio Direttivo, ne cura l’esecuzione delle relative deliberazioni, sorveglia il buon andamento amministrativo dell’Associazione, verifica l’osservanza allo statuto e ai regolamenti.
  3. Il Presidente cura la predisposizione del bilancio preventivo e consuntivo da sottoporre per l’approvazione al consiglio direttivo, e successivamente all’assemblea.
  4. Il Vice Presidente, qualora nominato, sostituisce il Presidente in caso di impedimento all’esercizio delle proprie funzioni.
  5. Per l'elezione alla carica di Presidente è necessario possedere i seguenti requisiti di eleggibilità: l'essere soci dell'Asitalia 470 da almeno tre (3) anni ed aver ricoperto un incarico, anche a livello locale, da almeno due (2) anni.

Art. 8 - Il Segretario Nazionale

  1. Il segretario dà esecuzione alle deliberazioni del Presidente e del Consiglio Direttivo, redige i verbali delle riunioni, attende alla corrispondenza
  2. Per l'elezione alla carica di Segretario Nazionale è necessario possedere i seguenti requisiti di eleggibilità: l'essere soci dell'Asitalia 470 da almeno tre (3) anni ed aver ricoperto un incarico, anche a livello locale, da almeno due (2) anni.

Art. 9 – Il Consiglio Direttivo

  1. Il consiglio direttivo è validamente costituito con la presenza della maggioranza dei consiglieri in carica e delibera validamente con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. In caso di parità il voto del presidente è determinante.
  2. Sono compiti del consiglio direttivo:
    1. deliberare sulle domande di ammissione dei soci;
    2. fissare le date delle assemblee ordinarie dei soci e convocare l'assemblea straordinaria;
    3. redigere gli eventuali regolamenti interni relativi all'attività sociale da sottoporre all'approvazione dell'assemblea degli associati;
    4. adottare i provvedimenti di radiazione verso i soci qualora si dovessero rendere necessari;
    5. attuare le finalità previste dallo statuto e l’attuazione delle decisioni dell’assemblea dei soci;
    6. amministrare il patrimonio sociale;
    7. stabilire quote sociali e specifiche;
    8. delegare membri del consiglio a specifiche funzioni
  3. Le deliberazioni del consiglio, per la loro validità, devono risultare da un verbale sottoscritto da chi ha presieduto la riunione e dal segretario. Lo stesso deve essere messo a disposizione di tutti gli associati con le formalità ritenute più idonee dal consiglio direttivo atte a garantirne la massima diffusione.
  4. Il Consiglio Direttivo è chiamato a decidere sull'eventuale reintegro del numero dei consiglieri a seguito di dimissioni o cessazione dalla carica. Il Consiglio Direttivo deve provvedere al reintegro dei propri componenti  nel caso in cui il numero dei componenti sia inferiore alla metà più uno del numero dei componenti il Consiglio Direttivo in carica. Nel caso di dimissioni di tutti i consiglieri o di impossibilità di reintegrazione fino al numero minimo di membri, il consigliere più anziano rimasto in carica convoca una Assemblea Straordinaria dei Soci per eleggere un nuovo Consiglio Direttivo di tre (3) membri, che rimane in carica fino allo scadere del quadriennio in corso.

Art 10 - Bilancio

  1. Il Consiglio Direttivo  redige entro il 31 Marzo di ogni anno il bilancio dell’associazione, sia consuntivo che preventivo, da sottoporre all’approvazione assembleare entro il 30 Giugno.
  2. Il bilancio deve rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale ed economico-finanziaria della Associazione, nel rispetto del principio della trasparenza nei confronti degli associati.
  3. Insieme alla convocazione dell’assemblea ordinaria che riporta all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio, deve essere messo a disposizione di tutti gli associati, copia del bilancio stesso.

Art.11 – Libri dell’Associazione

  1. Oltre alla tenuta dei libri prescritti dalla Legge, l’associazione tiene il libro dei Verbali dell’Assemblea dei Soci, il libro Soci e il libro del Consiglio Direttivo.

Art.12 – Avanzi di gestione

  1. All’associazione è vietato distribuire anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione stessa, a meno che tale destinazione non sia prevista per legge.
  2. L’associazione ha l’obbligo di impiegare gli eventuali avanzi di gestione per finanziare l’attività istituzionale e di quelle ad esse direttamente connesse.

Art. 13 – Definizioni dei periodi temporali

  1. Per l'anno deve intendersi anno solare ovvero il periodo che decorre dal 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ciascun anno.
  2. Per quadriennio si intende il periodo di quattro (4) anni solari decorrente dal 1° gennaio dell'anno successivo a quello in cui si sono svolti i Giochi Olimpici in cui vengono assegnate le medaglie della vela.

Art. 14 – Delegati zonali

  1. I Delegati Zonali sono nominati dal Segretario Nazionale sentiti i soci della zona FIV d'appartenenza o su richiesta della maggioranza degli stessi. I Delegati Zonali sono responsabili dell'attività zonale nei confronti del Segretario Nazionale e del Consiglio Direttivo.
  2. Ad essi compete:
    1. la cura del tesseramento dei soci nella zona FIV di appartenenza e la riscossione, in nome e per conto dell'Asitalia 470, delle quote associative annuali;
    2. il coordinamento dell'attività zonale e dei rapporti tra la Segreteria Nazionale e le strutture locali della FIV (Comitati di Zona), con particolare riferimento alla stesura dei calendari agonistici della rispettiva zona.

Art. 15 - Clausola compromissoria

  1. Tutte le controversie insorgenti tra l'associazione ed i soci e tra i soci medesimi saranno devolute all'esclusiva competenza di un collegio arbitrale costituito secondo le regole previste dalla FIV.

Art.16 – Scioglimento

  1. In caso di scioglimento dell'Asitalia 470, l'eventuale attivo della liquidazione sarà devoluto ad  associazioni con finalità analoghe o comunque di pubblica utilità.

Art.17 – Sanzioni disciplinari

  1. A carico dei soci che vengano meno ai doveri verso l’associazione ed a una condotta conforme ai principi della lealtà, probità e rettitudine, possono essere adottate le seguenti sanzioni disciplinari:
    1. l’ammonizione;
    2. la sospensione;
    3. la radiazione.
  2. Le sanzioni disciplinari sono adottate dal Consiglio Direttivo. La sanzione disciplinare della radiazione deve essere ratificata dall’assemblea dei soci.

Art.18 – Disposizioni finali

  1. Per tutto quanto non contemplato nel presente statuto sociale, valgono se applicabili, le norme in materia contenute nel libro I del Codice Civile.
Joomla 2.5 Templates designed by Website Hosting