FACEBOOK
TWITTER
Professional and reliable web hosting reviews and hosting guide. InMotion Reviews and testimonials customer ratings.

Hyerès 2014

Hyerès, 19-26 Aprile

Conclusa la III tappa di coppa del mondo ISAF a Hyeres, ecco come è andata secondo Roberta Caputo reporter per le Regate Internazionali 470 e regatante insieme ad Alice Sinno.

Sole, caldo e vento fresco sono state le parole chiave della Semaine Olimpique Francaise di Hyerès, 21-26 aprile, "una settimana di gran vela" come l'ha definita Sveva Carraro, atleta del team olimpico italiano.
I due venti maestri di Hyerès, Levante e Maestrale (più sinistro per l'influenza della brezza), ci hanno regalato condizioni di vento mai inferiori ai 12 nodi che, combinandosi con l'eccellente organizzazione hanno permesso il regolare svolgimento di tutte le prove.

In entrambe le flotte il predominio dei due campioni olimpici in carica è stato netto: Belcher-Ryan per i maschi e Aleh-Powrie tra le donne: data la semplicità del campo di regata gli è bastato essere più veloci per vincere con gran vantaggio.
La classifica maschile continua con i greci Mantis-Kagialis e i francesi Bouvet-Mion. 
Al 2° posto women troviamo le inglesi Wueguelin-McIntyre, che avevano già vinto Miami, e terze Haeger-Provancha (USA).

Non c'è traccia della squadra italiana prima del 27° posto maschile, occupato da Sivitz-Farneti, e del 20° posto femminile di Caputo-Sinno: entrambi disponevano di "buona velocità e di buona tecnica, ma sul piano tattico c'è ancora molto da lavorare", come ci conferma il timoniere Simon.
Sfortunata l'esperienza di Komatar-Carraro che il 2° giorno a causa di un grave scontro con un'altra barca hanno collezionato molti punti, difficili da ammortizzare nel resto della settimana, concludendo al 30° posto. Queste le parole della prodiera Sveva: "Per noi la World Cup di Hyeres è stata una regata in salita dall’inizio alla fine sotto quasi tutti gli aspetti ed è stata proprio per questo motivo molto importante."

28esime Berta-Paolillo, altro equipaggio di recente formazione, che raccontano così la loro esperienza francese, rispecchiando la situazione generale della squadra: "Abbiamo avuto alti e bassi... ma anche buoni spunti per lavorare ancora di più e arrivare in forma per il campionato europeo di Atene".

Desiderato-Trani avevano concluso splendidamente la fase delle qualifiche, ma dopo un BFD preso il primo giorno delle finali, la loro classifica è peggiorata fino al 30° posto.
A seguire 41° Rebaudi-Ramian; 47° Capurro-Puppo; 48° Falcetelli-Bernard; 52° i Savoini; 59° Bertola-Berta.

Molto positiva l'esperienza delle giovanissime Zorzi-Caruso (40°) e Bettoni-Carluccio (49°) appena passate al 470, che si sono confrontate con una flotta di professionisti e olimpici per imparare il più possibile da questa nuova classe, soprattutto in vista del campionato mondiale juniores che si terrà quest'estate a Cervia.

Con la regata di Hyerès si conclude il primo periodo competitivo della stagione che vede la completa partecipazione della flotta internazionale: da ora le strade dei velisti olimpici si dividono per riprendere gli allenamenti e poi rincontrarsi in nuova forma al campionato europeo di Atene a Luglio.

Roberta Caputo

Joomla 2.5 Templates designed by Website Hosting