FACEBOOK
TWITTER
Professional and reliable web hosting reviews and hosting guide. InMotion Reviews and testimonials customer ratings.

S.A.R. Palma 2015

Trofeo Princesa Sofia, Palma de Mallorca 30/marzo al 4/aprile.

Anche quest'anno il caldo vento primaverile di Palma de Mallorca ha accompagnato la 46esima edizione del Trofeo Princesa Sofia, che si è svolto nel golfo di Palma de Mallorca dal 30/marzo al 4/aprile.

Come sappiamo l'ISAF ha apportato stravolgenti modifiche al calendario delle classi olimpiche, toccando anche il Trofeo Princesa Sofia, il quale non è più tappa di Coppa del Mondo ma è sato declassato al circuito Eurosaf. In più, sempre secondo le nuove norme ISAF, il Princesa Sofia vale come selezione per gli ultimi 10 posti liberi per la World Cup di Hyerès (21-26/aprile) la cui iscrizione è chiusa a soli 40 posti: i primi 30 sono assegnati per punteggio ranking.

Per cui non c'è da meravigliarsi di fronte all'elevato numero degli iscritti (79maschi e 65femmine), non mancava veramente nessuno: vecchi campioni e veterani del 470 affianco a giovani velisti per la prima volta in campo internazionale.

Nei primi due giorni si sono svolte le qualifiche che hanno diviso la flotta, sia machile che femminile, in due gruppi: gold e silver. A seguire tre giorni di finali e poi le Medal Race, per un totale di 11 regate.

Tutte le prove sono state portate a termine, anche a costo di vedere il sole tramontare. Per i primi giorni la tipica termica di Palma stentava ad entrare e un vento sinottico da N-NW sui 10-15 nodi ha avuto la precedenza sui campi di regata. Dal quarto giorno in poi si sono alzate le temperature e si è istallata la cellula della brezza (S-SW), arrivando nel pomeriggio anche 18-20 nodi.

Vincitrici in campo femminile sono di nuovo le neozelandesi, Aleh-Powrie, che hanno già vinto la WC di Miami a inizio anno. Al secondo posto le francesi Lecointre-Defrance, seguite dalle inglesi Mills-Clark. Tutti nomi presenti alle scorse Olimpiadi di Londra, che si alternano i gradini del podio già da diverse regate.

Tra i maschi la vittoria va al veterano ARG7 Calabrese-Delafuente, il quale mancava dai campi di regata da circa un anno a causa di un malore del timoniere, ma nonostante non si fosse allenato per tanto tempo, resta saldo ai vertici della classifica. Secondo l'inglese Patience-Willis, e terzo Molund-Ostling (Svezia).

Passiamo agli equipaggi italiani: le giovani Di Salle-Dubbini agguantano la qualifica per la WC di Hyerès proprio all'ultima regata grazie ad un ottimo primo posto, e chiudono 38° in generale . Tra i ragazzi si selezionano Zandonà-Trani e Capurro-Puppo rispettivamente 24° e 25°. 3 gli equipaggi già iscritti a Hyerès per punteggio ranking: Caputo-Sinno(27°); Berta-Paolillo(32°); Sivitz-Farneti(42°).  Gli altri italiani presenti erano: Zorzi-Caruso 44°;Scotto-Carraro 52°; Ferrari-Calabrò36°; Savoini-Savoini54°; Bertola-Izzo 56°; Pincherle-Bashazard 77°.

Il countdown per le Olimpiadi è iniziato già da un po, ma adesso si sente più che mai: c'è chi si gioca il posto individuale, chi punta alle medaglie, chi deve selezionare la nazione... tutti lavorano per guadagnare centimetri sugli avversari, ogni regata è un confronto con se stessi e con gli altri.

Prossimo appuntamento Hyerès... la corsa continua..!

Roberta Caputo

 

Joomla 2.5 Templates designed by Website Hosting